Conto corrente per minori

Si può intestare un conto corrente a un minore?
Di solito i bambini, ma anche i ragazzi, per custodire i loro risparmi, denari raccolti grazie alle feste, oppure che ricevono in regalo per il compleanno da nonni e parenti, utilizzano il classico salvadanaio. Per comodità, o per motivi di costi, sono in pochi che depositano questi risparmi in banca o alle poste.

Ma quali servizi bancari le banche, o poste, offrono ai minori che vogliono gestire il risparmio in modo diverso dal classico salvadanaio?
Ci sono due tipi di strumenti da scegliere in base all’età del minore.
Se si stratta di un bambino la soluzione ideale è un libretto di risparmio che si può aprire sia in banca, perché anche le banche offrono questo strumento. Oppure il libretto di risparmio postale.
Hanno costi contenuti e consentono di ricevere un tasso di interesse, anche se piccolo, sulle somme versate.
Attenzione che si tratta del libretto postale il denaro può essere prelevato solo dal minore ma quando raggiunge la maggiore età.

Il conto corrente per minori.

Se invece si tratta di ragazzi che hanno particolari esigenze, che si avvicinano alla maggiore età, si potrebbe aprire un conto corrente. Ma non si tratta di una forma di risparmio, ma di un prodotto bancario che serve per gestire il denaro.
Tutte le banche hanno soluzioni per i minori con il conto corrente che può essere aperto da un genitore. Chiaramente non viene rilasciata la carta di credito.
Un’altra alternativa potrebbe essere la carta prepagata, ma questo è uno strumento di pagamento che dovrebbe essere utilizzato per i pagamenti e non per custodire i risparmi.